garbugli0

LA ROSA E IL CARCIOFO

La rosa è solo un fiore

ha un bell’aspetto e anche un bel colore.

Lo regali ed è apprezzato, ma tempo un giorno e si è ammosciato,

tempo due e si è seccato, tempo tre e l’hai buttato.

Il carciofo è anche un fiore

con tanti petali di un bel colore.

In teoria è di sicuro più di un fiore duraturo

però scopri che tempo un giorno ti ci fai un bel contorno.


Si comincia col tirare

petalo dopo petalo ogni filare.

Sembran tanti ma sei vicino

a raggiungere il cuoricino.

Se metti il cuore in acqua e limone

trovi già la soluzione

a quella strana reazione,  detta di ossidazione

che lo costringe al momento a un fenomeno di annerimento.

Ora i cuori sono nudi e non puoi mangiarli crudi

ma li devi far bollire e nel forno abbrustolire

o nel caso rosolare se li devi gratinare,

se sei solo o in compagnia tu puoi farli alla giudia.

   Il carciofo è più di un fiore:

lo stelo, i petali, un bell’aspetto, un bel colore.

Ma l’abbiamo già appurato, dopo averlo digerito,

che l’aspetto più pregiato è che ha un cuore prelibato.

TO BE GARBUGLIED…

Annunci
Questa voce è stata scritta da fronza2 e pubblicata il gennaio 7, 2012 su 8:27 pm. È archiviata in Uncategorized con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

2 pensieri su “LA ROSA E IL CARCIOFO

  1. simona in ha detto:

    ciao garbuglio. apprezzo tantissimo le idee del blog per la simpatia e la semplicità, molto carine!
    però questi disegni abbassano di molto il livello..brutti proprio.. non capisco il senso o se è solo ironia..eppure ci sono tanti bravi disegnatori in giro..
    per il resto pollice in su!

  2. Ciao Simona, Garbugli0 ti dà il benvenuto, ringraziandoti per i segnali di apprezzamento ma anche per il coraggio del tuo disappunto schietto, diretto e magari và anche costruttivo.
    Garbugli0 è nato semplice e simpatico per dare sfogo alle paturnie culinarie di 2 giovani menti fumanti. Come un esserino vivo e vegeto, Garbugli0 sta imparando a crescere giorno dopo giorno, con la convinzione che non sarà forse il primo della classe ma mai nemmeno l’ultimo degli stronzi.
    Dovresti immaginarlo come un ragazzetto intelligente che si interroga su quel che vuole far da grande e nel frattempo si trastulla in cucina senza (ancora) velleità artistiche, ma con i migliori intenti ludici e comunicativi, cercando quantomeno di divertirsi.
    E diciamoci che in fondo l’adolescenza è come un po’ un medioevo dell’individuo…
    Prendi me: alle medie avevo i brufolazzi, manco un filo di tette e dei maglioni di lana filo-ginocchio improponibili,
    nella classifica delle più belle ero abbonata alle ultime posizioni mentre il mondo pullulava di Shirley Temple,
    ma tutto questo non mi ha impedito di diventare oggi la figacciona fascinosa che sono…anzi!
    a presto,
    e.

...e commenta sù!!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: