garbugli0

Metti una sera a cena…in Via Leuca!

Dal cucchiaio alla città!“, diceva un mio insigne collega ad Atene una sessantina di anni fa.
e Garbugli0 che non se ne fa scappare una, anche  un po’ misinterpretando, risponde a tono parlando oggi di città e di cucchiai.
Per l’esattezza riqualificare un pezzo di città a suon di cucchiai (ma anche forchette, coltelli e stoviglie generiche ed eventuali…).

Ma facciamo un passo indietro.

LECCE – In occasione del Piano di Rigenerazione Urbana del quartiere Leuca-Ferrovia, l’amministrazione comunale,  il LUA (Laboratorio Urbano Aperto)  e le Manifatture Knos, hanno avviato un’interessante sperimentazione verso la progettazione partecipata del luogo pubblico, intercettando gli spunti, i suggerimenti e  le  fantasie di  chi realmente cammina tocca e vive gli spazi urbani.
Rigenerare un quartiere forse depotenziato – forse un po’ ai margini – sull’orlo del degrado o semplicemente sottosfruttato per le sue potenzialità, è stata la sfida lanciata ai cittadini, alle associazioni e agli enti locali, che nell’ottobre 2009 hanno partecipato al primo laboratorio di immaginazione urbana “Scusi, per via Leuca?“.
Da questo primo fecondissimo brain storming collettivo, sono state individuate circa 18  tematiche progettuali [cura, integrazione e vivere comune, dimensione sociale, architettura, risparmio energetico, riciclo, inquinamento, infrastrutture tecnologiche, spazi pubblici e collettivi, attrezzature servizi e funzioni, qualità dello spazio urbano, parchi e reti ecologiche, memoria, sicurezza, cave, arte e cultura, sport, mobilità] attorno alle quali si è strutturato il progetto vero e proprio – firmato dallo Studio d’architettura Metamor.

L’idea è quella di far attraversare il quartiere da un sistema di strade a traffico rallentato (zona 30) a 30 km orari integrato con un sistema di aree di sosta, isole verdi, punti acqua, sedute, attrezzature per biciclette. 
Il progetto si configura come una vera e propria ricostruzione paesaggistica e riproponendo un’immagine dei luoghi più simile ad una piazza urbana costellata da alberi e arbusti di provenienza mediterranea.

Ma la partecipazione non finisce qui!
A seguito di tutto il bendiDio che n’è venuto fuori, per la seconda fase di Laboratorio è stato organizzato un workshop di co-progettazione con 13 associazioni, selezionate con bando comunale pubblico di manifestazione d’interesse.

Ed è qui che vien l’appetito!
Perchè tra le 13 associazioni [tutte assolutamente in gamba] c’è anche X-Scape Lab, molto amica di Garbugli0, che ha proposto per il termine dei lavori di rifacimento eccecc. una grandissima cena di quartiere in Via Ferrovia!

“Metti una sera a cena” è un progetto per una cena di quartiere, perchè attraverso la cucina, il cibo e la sua condivisione passano gli scambi e le relazioni umane.
se sei interessato al progetto e ti va di dar una mano, un mestolo o uno stomaco scrivi a  xscapelab [at] gmail.com o cerca XScape Lab su facebook…

ad ogni modo Garbugli0 terrà d’occhio la faccenda, e vi aggiornerà sugli sviluppi…

…perchè mangiare  è anche un po’ partecipare!

Annunci
Questa voce è stata scritta da StesaConDitaInForno e pubblicata il agosto 25, 2011 su 3:50 pm. È archiviata in Dal cucchiaio alla città, Menù del Giorno con tag , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Un pensiero su “Metti una sera a cena…in Via Leuca!

  1. Pingback: Metti una sera a cena… = what if a dinner ?!? | garbugli0

...e commenta sù!!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: